SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
08/01/2016, 10:30

dieta, Fast Diet, dieta intermittente, restrizione calorica, peso, calo ponderale, dimagrire,



Dieta-intermittente-5/2,-la-strategia-dei-vip-dello-spettacolo-per-perdere-i-chili-di-troppo-


 Digiuno intermittente per rimettersi in forma o scolpire il fisico in vista di futuri impegni. È questa la strategia nutrizionale dei vip dello spettacolo come...



Digiuno intermittente per rimettersi in forma o scolpire il fisico in vista di futuri impegni. È questa la strategia nutrizionale dei vip dello spettacolo come Angelina Jolie, Ben Affleck, Katy Perry e Beyoncè. Guru di questa nuova moda, che sta diventando sempre più popolare, è il medico inglese Michael Mosley, che ha definito il paradigma della sua "Dieta Fast 5/2" nel libro The Fast Diet. Alla base di tutto c’è il concetto di depurare il corpo attraverso un’azione nutrizionale intermittente, ovvero 5 giorni di alimentazione normale e 2 di dieta a forte restrizione calorica.
La promessa di Mosley è quella di non riprendere i chili di troppo e dimagrire in modo sano senza perdere massa muscolare. La dieta, secondo il suo ideatore, non è proibitiva ed è adatta a vegetariani e vegani. «Sappiamo tutti - sottolinea Mosley sul proprio sito (http://thefastdiet.co.uk) - che quando si decide di perdere peso le prime mosse sono quelle di mangiare cibi con basso contenuto di grassi, fare più esercizio fisico e non saltare i pasti. Questo è stato il consiglio dietetico standard dato per decenni alle persone, anche se può funzionare solo per alcuni. Noi pensiamo che un’alternativa ci sia, ed è il digiuno intermittente». Si mangia normalmente per 5 giorni la settimana e si fa la dieta nei 2 giorni rimanenti, «nei quali si riduce l’apporto calorico del 75% rispetto all’apporto normale. Ciò significa che, per esempio, il lunedì e il giovedì si introducono 500 kcal per la donna e 600 kcal per l’uomo. Se si segue questo regime, è possibile perdere circa mezzo chilo (0,4 Kg) in una settimana, nel primo caso, e un po’ di più nel secondo».
«Alcuni studi sul digiuno intermittente mostrano miglioramenti non solo dei livelli di pressione sanguigna e colesterolo, ma anche della sensibilità all’insulina. Non c’è nulla di più "potente" per il corpo del digiuno» avverte il medico, che ricorda spesso di aver perso 10 Kg in 9 settimane con il digiuno intermittente. Un calo ponderale che potrebbe sembrare un traguardo irraggiungibile per chiunque alle prese con sovrappeso e bilancia, soprattutto quando la Dieta Fast 5/2 permette invece di mangiare (parzialmente) ciò che si vuole nei giorni in cui non si digiuna».
Tra i nutrizionisti non mancano tuttavia i detrattori della dieta intermittente. Il digiuno, sottolineano i medici del Sistema sanitario nazionale britannico, provoca ansia, disidratazione e alitosi. Gli stessi risultati si possono ottenere con una dieta più equilibrata, che prevede un introito alimentare moderato senza inutili esagerazioni nell’arco della settimana.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!