SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
30/12/2015, 17:46

Das, fibre di amianto, pasta da modellare, cancro,



Fibre-di-amianto-in-55-milioni-di-confezioni-di-Das-usato-dai-bambini-italiani-nel-1963-75-


 Fibre di amianto utilizzate in passato nella pasta per modellare più popolare d’Italia, il Das, potrebbero aver esposto bambini, insegnanti,...



Fibre di amianto utilizzate in passato nella pasta per modellare più popolare d’Italia, il Das, potrebbero aver esposto bambini, insegnanti, artigiani e lavoratori addetti alla sua produzione alla sostanza "killer". A rivelarlo è uno studio, pubblicato sulla rivista Scandinavian Journal of Work Environment and Health, dei ricercatori italiani dell’Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica (Ispo) dell’Asl e dell’Università di Firenze. 
Secondo gli esperti nel pongo Das, prodotto tra il 1963 e il 1975 dalla ditta Adica Pongo di Lastra a Signa (chiusa dal 1993), c’erano tracce di amianto. In base alla ricostruzione dei ricercatori, sono 55 milioni le confezioni di Das contenenti amianto prodotte e vendute sul mercato interno e internazionale in 13 anni, con un numero di utenti nell’ordine di milioni. «Lanciamo un forte appello alle autorità - avverte Stefano Silvestri, igienista del lavoro dell’Ispo di Firenze - affinché vengano effettuati test accurati su articoli di importazione, tra cui i giocattoli, quando provengano da Paesi in cui l’amianto non è ancora vietato».
«Poiché il Das e stato commercializzato in Italia ed esportato in altri paesi europei - sottolineano gli autori dello studio - ai pazienti affetti da mesotelioma, che non riferiscono di essere stati esposti ad amianto per motivi professionali, dovrebbe essere chiesto se in passato hanno usato il Das. Una scoperta che dimostra come l’impiego dell’amianto in passato non solo non è stato ancora del tutto chiarito, ma che non vi erano limiti alla sua applicazione essendo presente persino nei giocattoli». Oltre alla sua commercializzazione come giocattolo, il Das è stato utilizzato come strumento didattico nelle scuole, ma anche da artigiani, restauratori di ceramica e artisti.
Nei primi tre anni Das è stato commercializzato in polvere da miscelare con acqua e, successivamente, in pasta pronta all’uso. Dal 1976 in poi l’amianto fu sostituito con la cellulosa. È possibile - riporta lo studio - che qualcuno possieda ancora manufatti modellati tra il 1960 e il 1970: tali articoli non rappresentano un rischio per la salute di chi li possiede, ma si raccomanda in ogni caso di non rompere tali oggetti e, soprattutto, di non ridurli in polvere, perché le fibre di amianto potrebbero ancora disperdersi in aria con il rischio di essere inalate.
La ricerca è stata resa possibile grazie al contributo di alcuni ex dipendenti di Adica Pongo a Lastra a Signa (Firenze). Inoltre, i ricercatori sono riusciti a reperire le fatture dell’acquisto dell’amianto, oggi depositate nell’Archivio di Stato di Torino insieme alla documentazione del produttore, l’Amiantifera di Balangero. Sofisticate analisi di laboratorio sui prodotti originali hanno confermato la presenza della sostanza.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!