SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
30/12/2015, 11:59

gonorrea, malattie a trasmissione sessuale, antibiotici, infezione,



Infezioni-sessualmente-trasmesse,-gonorrea-a-rischio-di-prossima-incurabilità


 La gonorrea potrebbe diventare una malattia incurabile. Un avvertimento che giunge dopo il mancato trattamento di alcuni pazienti con entrambi gli antibiotici ...



La gonorrea potrebbe diventare una malattia incurabile. A lanciare l’allarme è Sally Davies, Chief Medical Officer del governo inglese, che ha scritto a tutti i medici e alle farmacie del Regno Unito per garantire che vengano prescritti i farmaci corretti per contrastare l’infezione, dopo un boom di casi di "super-gonorrea" a Leeds. Un avvertimento che giunge dopo il mancato trattamento di alcuni pazienti con entrambi gli antibiotici necessari per eliminare l’infezione.
La gonorrea è la seconda infezione a trasmissione sessuale più comune in Inghilterra con un trend in crescita del 19%, con 29.419 casi nel 2013 passati a 34.958 nel 2014. Il ceppo altamente resistente ai farmaci (azitromicina più ceftriaxone) è stato rilevato il marzo scorso nel nord del Paese. «La gonorrea - sottolinea Davies - corre il rischio di diventare una malattia incurabile a causa della continua comparsa di resistenza antimicrobica». Ma il sospetto è che non tutti i pazienti siano stati trattati con entrambi gli antibiotici. Utilizzando solo uno dei due farmaci si facilita lo sviluppo di resistenza da parte del batterio, da cui emerge la raccomandazione di verificare la correttezza delle prescrizioni e dei trattamenti.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!