SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
24/12/2015, 10:38

pesce palla, intossicazione, salute,



Pericoloso-consumare-le-carni-tossiche-del-pesce-palla-maculato


 Il pesce palla maculato rappresenta oggi un serio problema ecologico, economico e di sicurezza per la salute pubblica in paesi quali...



Avvistato per la prima volta in Mediterraneo nel 2003, rappresenta oggi un serio problema ecologico, economico e di sicurezza per la salute pubblica in paesi quali Grecia, Cipro, Turchia, Libano, Israele ed Egitto, dove il consumo delle sue carni ha fatto registrare diversi episodi di intossicazione, in alcuni casi addirittura letali. Si tratta del pesce palla maculato, scientificamente noto col nome di Lagocephalus sceleratus, una specie ittica aliena di origine tropicale altamente tossica dal punto di vista alimentare. Le specie di pesci palla potenzialmente catturabili in acque italiane sono principalmente tre e si riconoscono facilmente per la pelle senza squame, le mandibole provviste di due grandi denti molto taglienti e, nel maculato, la presenza di puntini scuri sul dorso.
È fondamentale sapere che la tossina di cui sono impregnate le carni del pesce palla mantiene il suo effetto anche dopo la cottura, tanto che la normativa italiana ne vieta la commercializzazione. Per questo l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), anche in considerazione della progressiva diffusione geografica del pesce palla maculato, promuove una nuova campagna di informazione in collaborazione con la Direzione generale della Pesca marittima e dell’acquacoltura, il Reparto pesca marittima del Corpo delle Capitanerie di Porto e l’Istituto di scienze del mare (Icm) di Barcellona, che coordina Seawatchers. Si tratta di un progetto che coinvolge i cittadini nella segnalazione di specie esotiche e di altre problematiche ambientali (www.seawatchers.org). Chiunque catturi o avvisti un pesce palla è invitato a separarlo dalle altre catture, fotografarlo e segnalare l’osservazione al seguente indirizzo email: pescepalla@isprambiente.it.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!