SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
29/10/2015, 18:15

decreto, antifumo, tabacco, adolescenti,



Approvato-il-decreto-anti-fumo,-principali-divieti-e-novità-


 Il Decreto legislativo anti-fumo che consente l’adeguamento dell’Italia alle direttive europee è stato recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri.



Il Decreto legislativo anti-fumo che consente l’adeguamento dell’Italia alle direttive europee è stato recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri. Il Decreto, fortemente voluto dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, dovrebbe entrare in vigore entro la fine di dicembre 2015. 
Nel nostro Paese i fumatori sono 10.9 milioni e ogni anno più di 80 mila persone muoiono a causa del fumo. Preoccupante è il dato sugli adolescenti, il 70% dei quali inizia a fumare prima di 18 anni.
Molte sono le novità normative, atte a salvaguardare la salute dei cittadini, in particolare dei giovanissimi, e a dissuadere dal consumo di tabacco.
Il Decreto prevede il divieto di fumo in auto in presenza di minori e donne in gravidanza, e nelle pertinenze esterne di ospedali e istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pediatrici, nonché nelle pertinenze esterne di singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia".
Sarà vietata la vendita dei pacchetti da 10 sigarette e delle piccole confezioni di tabacco che sono più facilmente acquistabili dai giovani a causa del loro costo più basso. 
Le pene per la violazione del divieto di vendita di prodotti del tabacco e sigarette elettroniche a minorenni saranno inasprite: è prevista infatti la sospensione della licenza all’esercizio dell’attività per 3 mesi alla prima violazione, fino a sanzioni pecuniarie e revoca della licenza in caso di recidiva.
È previsto l’obbligo di apposizione sui pacchetti di immagini choc e avvertenze relative alla salute che occuperanno il 65% del fronte e del retro delle confezioni, non più il 30-40%.
Accanto a queste importanti novità normative, ci sono poi campagne di sensibilizzazione messe in campo dal Ministero. Una tra tutte è lo spot ironico "Ma che sei scemo?"  che ha come testimonial Nino Frassica.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!