SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
23/10/2015, 10:14

spalla, chirurgia, diabete, tabagismo, sigarette,



Tabagismo-nemico-numero-uno-della-chirurgia-riparativa-dei-tendini-della-spalla


 Diverse sono le condizioni patologiche che possono interferire con il processo di guarigione dopo un intervento chirurgico a carico della spalla.



Diverse sono le condizioni patologiche che possono interferire con il processo di guarigione dopo un intervento chirurgico a carico della spalla.
«Il diabete è un grosso fattore di rischio di fallimento dell’intervento - spiega il chirurgo ortopedico Andrea Grasso, chairman del primo Meeting biennale sulla gestione dei fallimenti in chirurgia della spalla, che riunisce i chirurghi ortopedici della European Shoulder Associates (ESA/ESSKA) - perché il microcircolo è alterato ed interferisce con il fisiologico processo riparativo dei tessuti. Il diabete inoltre, continua l’esperto, aumenta il rischio di rigidità post-operatoria e il pericolo di infezioni, fattore cruciale nel caso di interventi protesici negli anziani. «Ma il nostro nemico numero uno è il "tabagismo". È oramai scientificamente dimostrato che il fumo interferisce anche sulla guarigione dei tessuti in generale e sui tendini della cuffia dei rotatori in particolare. In uno studio americano su 235 pazienti sottoposti ad intervento di sutura della cuffia i risultati eccellenti o buoni sono stati, rispettivamente, dell’84% nei non fumatori e del solo 35% nel gruppo dei fumatori. Molto bassi invece gli errori causati dall’operatore, confermati dalla casistica relativa alle richieste di risarcimento. L’errore più frequente nella chirurgia della spalla, a mio parere, è l’errata indicazione». 
Non tutti i casi di intervento fallito però tornano in sala operatoria, un’eventualità da condividere sempre con il paziente, tenuto conto della sua età, delle condizioni generali di salute e del suo stile di vita. Fondamentale, conclude l’esperto, è essere chiari fin da subito con il paziente e dirgli francamente cosa può aspettarsi dalla nostra chirurgia. Non sempre è possibile risolvere il problema al 100% e tornare ad una piena normalità e funzionalità della spalla. È il paziente a decidere cosa è più importante, ma chi accetta di subire un nuovo intervento lo fa perché vuole eliminare l’esperienza negativa del dolore e accetta per contro eventuali limitazioni nella mobilità e nella funzionalità dell’arto.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!