SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
09/10/2015, 13:56

vaccini, prevenzione, vaccinazioni, morbillo, difterite,



Calo-delle-vaccinazioni-in-Italia,-tornano-malattie-che-sembravano-ormai-vinte


 È in forte declino in Italia il numero complessivo delle vaccinazioni, con il rischio che riemergano malattie ormai dimenticate come...



È in forte declino in Italia il numero complessivo delle vaccinazioni, con il rischio che riemergano malattie ormai dimenticate come la difterite, che ha già fatto capolino in Spagna, o che decessi causati dal morbillo non rappresentino più un’eccezione, come nel caso della bimba deceduta per una complicanza lo scorso anno a Roma.
I dati dell’Istituto superiore di sanità (ISS) appena pubblicati dal Ministero della Salute, sono allarmanti. Scendono, infatti, sotto il 95% le vaccinazioni contro poliomielite, tetano, difterite ed epatite B, mentre sono letteralmente in "picchiata" le vaccinazioni contro morbillo, parotite e rosolia con una copertura dell’86%: oltre il 4% in meno.
«La copertura vaccinale nel nostro Paese è al limite della soglia di sicurezza - sottolinea Walter Ricciardi, neopresidente dell’ISS - che rende ormai improcrastinabile l’approvazione del nuovo Piano nazionale per la prevenzione vaccinale proposto da Ministero della Salute, Consiglio superiore di sanità, Istituto superiore di sanità e Agenzia italiana del farmaco (Aifa) al tavolo di coordinamento per la prevenzione delle Regioni italiane.
«Scendere sotto le soglie di copertura minime - aggiunge Ricciardi - significa perdere via via la protezione della popolazione nel suo complesso e aumentare contemporaneamente il rischio che bambini non vaccinati si ammalino, che si verifichino epidemie importanti, che malattie per anni cancellate dalla protezione dei vaccini non siano riconosciute e trattate in tempo».
Per chiarire qualsiasi dubbio è stato attivato un call center nazionale Vaccini e Vaccinazioni promosso dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie del Ministero della Salute. Il numero verde 800 561856 è attivo il lunedì dalle ore 10.00 alle 18.00. 



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!