SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
02/10/2015, 18:55

influenza, virus A/H1N1, vaccino, A/H3N2, B/Brisbane,



Influenza-alle-porte,-sono-quasi-cinque-milioni-gli-italiani-a-rischio-d’infezione


 Con il calo delle temperature i virus influenzali responsabili nei prossimi mesi di febbre, tosse, fastidiosi dolori muscolo-articolari e...



Con il calo delle temperature i virus influenzali responsabili nei prossimi mesi di febbre, tosse, fastidiosi dolori muscolo-articolari e disturbi gastrointestinali si preparano a colpire la popolazione.
Secondo Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento di Scienze biomediche per la salute dell’Università di Milano, «la stagione influenzale 2015-2016 sarà di intensità media con 4-5 milioni di italiani a rischio d’infezione ed avrà come protagonisti solo 3-4 virus, ma l’effettiva diffusione dipenderà anche dall’andamento della temperatura stagionale. I virus protagonisti saranno il già conosciuto e ancora aggressivo A/H1N1 California e nuove varianti del virus di origine svizzera A/H3N2, del B/Phuket e forse anche del virus B/Brisbane».
Per limitare la diffusione dell’influenza servono gesti semplici ma efficaci, come lavarsi spesso le mani fino all’adozione di diverse misure farmacologiche. L’unica misura preventiva riconosciuta dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) è il vaccino: a metà ottobre partirà, infatti, la campagna di vaccinazione antinfluenzale che rappresenta un’opportunità di salute per tutti, fino a rappresentare un vero e proprio salvavita per i soggetti a rischio di complicanze gravi e a volte letali come gli anziani over 65 e i pazienti con patologie croniche.
Salvo diversa valutazione del medico che può prescrivere farmaci per i soggetti più a rischio (per esempio antivirali), conclude l’esperto virologo, per la stragrande maggioranza dei casi i farmaci di automedicazione sono il pilastro principale del trattamento delle sindromi influenzali e parainfluenzali, utili per gestire autonomamente disturbi quali raffreddore, tosse, mal di gola e febbre, senza dimenticare però di rivolgersi al proprio medico curante se i sintomi non dovessero migliorare nel breve giro di 5-6 giorni.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!