SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
18/09/2015, 11:52

fratture, osteoporosi, fratture maschili,



Nei-prossimi-10-anni-un-uomo-su-cinque-è-destinato-a-subire-una-frattura-grave


 Aumenterà del 10-15% nei prossimi 10 anni il numero di uomini affetti osteoporosi, con il rischio di fratture gravi come ...



Aumenterà del 10-15% nei prossimi 10 anni il numero di uomini affetti osteoporosi, con il rischio di fratture gravi come quella di femore associata a tassi di mortalità più elevati rispetto alle donne e, in un terzo dei casi, di una nuova frattura nei 12 mesi successivi. Nonostante il quadro poco confortante, soprattutto nella popolazione maschile, l’osteoporosi e le fratture osteoporotiche restano tuttora sotto-diagnosticate e sotto-trattate. Per la sua enorme rilevanza sociale e clinica l’osteoporosi è stata, nei giorni scorsi, al centro dello Skeletal Endocrinology Meeting di Brescia, che ha visto il confronto di esperti provenienti da ogni parte del mondo. Per fronteggiare "l’emergenza osteoporosi" l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha da poco aggiornato i criteri di rimborsabilità per i farmaci destinati al trattamento dell’osteoporosi. 
«La nuova nota 79, che elenca tali criteri, ha introdotto diverse novità interessanti rispetto al passato», spiega Andrea Giustina, ordinario di Endocrinologia e direttore del Servizio di endocrinologia dell’AO Spedali Civili di Brescia, nonché presidente del Glucocorticoid induced osteoporosis skeletal endocrinology group (Gioseg). «Fra queste una maggiore attenzione per le donne che entrano in menopausa prima dei 50 anni e per i pazienti con fratture non solo vertebrali o femorali, ma anche di polso o costali. Positiva soprattutto la maggiore attenzione verso i sempre più frequenti casi di osteoporosi maschile. Infatti, sebbene questa sia percepita principalmente come una malattia della donna, la crescita demografica e l’aumento dell’incidenza delle malattie croniche che affliggono la popolazione più anziana ne fanno in realtà una patologia significativamente rilevante anche nel sesso maschile: un uomo su cinque dopo i 50 anni è destinato a subire una frattura. Le fratture maschili sono circa il 30% del totale con particolare coinvolgimento di femore (nel 30% dei casi), colonna vertebrale (42%) e polso (20%)». 
Nella nuova nota è stato inserita anche la rimborsabilità per le terapie contro la perdita di massa ossea indotta da inibitori dell’aromatasi nelle pazienti affette da tumore al seno e da blocco ormonale nei pazienti affetti da tumore alla prostata. 



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!