SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
21/08/2015, 11:00

steatosi, pancreas, diabete, bambini, diabete,



Nei-bambini-con-steatosi-pancreatica-il-rischio-di-diabete-è-molto-elevato


 Nei bambini con steatosi pancreatica il rischio di sviluppare la malattia diabetica è cinque volte più elevato.



Nei Paesi occidentali si è osservato, negli ultimi 20 anni, ad un’epidemia di obesità anche nella popolazione pediatrica, spesso associata all’insorgenza di nuove patologie prima frequenti solo negli adulti, come la steatosi pancreatica, ovvero l’accumulo di tessuto adiposo da parte del pancreas.
Secondo un’indagine dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, pubblicata sulla rivista Clinical Endocrinology, è emerso che nei bambini con steatosi pancreatica il rischio di sviluppare la malattia diabetica è cinque volte più elevato
«I risultati confermano ancora una volta l’importanza di una diagnosi precoce - spiega Valerio Nobili, responsabile di Malattie Epatometaboliche del Bambino Gesù - e la necessità di uno screening mirato per tutti quei bambini con eccesso ponderale».
La ricerca è stata condotta su un gruppo di bambini obesi con fegato grasso. Dalle analisi è risultato che nella metà dei bambini era presente anche steatosi pancreatica e che questa condizione è associata a forme di insulino-resistenza più severe, con un maggiore rischio di sviluppare in età giovanile-adulta diabete mellito di tipo 2.
«Lo studio in questione è di estrema importanza - aggiunge Marco Cappa, responsabile di Endocrinologia del Bambino Gesù - perché aggiunge un ulteriore tassello a quello che risulta essere il puzzle della sindrome metabolica come anticamera del diabete di tipo 2 nell’adulto. In particolare, almeno in parte, perché solo alcuni dei bambini obesi con iperinsulinismo sviluppano in età adulta diabete di tipo 2. Se il dato della steatosi epato-pancreatica si associa a diabete di tipo 2 del giovane adulto si avrà la dimostrazione che la causa primaria scatenante la malattia diabetica è riconducibile all’infiammazione scatenata dalla steatosi».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!