SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
10/07/2015, 12:21

FANS, fertilit, ovulazione, farmaci antinfiammatori,



Donne-in-cerca-di-un-figlio,-attenzione-ai-FANS-


 I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) inibiscono l’ovulazione riducendo i livelli di progesterone nelle giovani donne,che...



I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) hanno evidenti effetti terapeutici, ma, secondo quanto è emerso da uno studio coordinato da Sami Salman, professore di reumatologia all’Università di Baghdad, inibiscono l’ovulazione riducendo i livelli di progesterone nelle giovani donne, effetto che potrebbe ridurre seriamente la fertilità. I risultati di questa ricerca sono stati presentati al Congresso annuale della European league against rheumatism (Eular), svoltosi a Roma. 
«I FANS, ampiamente usati e spesso acquistati senza prescrizione medica - afferma Salman - interferiscono con la rottura del follicolo ovarico, riducendo le probabilità di rilascio di ovuli da fecondare». Inoltre sottolinea che nonostante si tratti di un processo reversibile, sarebbe opportuno che i medici consigliassero la sospensione della terapia con FANS alle donne intenzionate ad avere un figlio. I ricercatori hanno coinvolto 39 pazienti in età fertile trattate per lombalgia in ambulatorio reumatologico a Baghdad. Le donne sono state suddivise in quattro gruppi, tre dei quali trattati con differenti categorie di FANS e uno con placebo. Il professore Salman ha precisato «prima di iniziare il trattamento ogni donna ha subito un’ecografia per valutare il diametro del follicolo dominante, le dimensioni dell’ovaio e lo spessore endoteliale», per ognuna sono stati inoltre misurati i livelli di progesterone, ormone essenziale per l’ovulazione e l’impianto di un embrione fecondato. Dopo 10 giorni consecutivi di trattamento è stata eseguita un’altra ecografia pelvica alle pazienti per valutare l’effetto della terapia. «In tutte le donne trattate con placebo - riporta Salman - è avvenuta l’ovulazione, fase accaduta con frequenza molto minore nelle coetanee in terapia con Fans» ed ha aggiunto che «dopo 10 giorni di utilizzo continuo dei Fans, i livelli di progesterone erano significativamente ridotti rispetto ai controlli». Secondo i ricercatori i risultati ottenuti devono far riflettere sui tempi ed i modi di somministrazione dei FANS alle donne fertili.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!