SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
29/05/2015, 17:24

antibiotici, resistenze, malattie respiratorie, cistite,



In-aumento-le-resistenze-batteriche-da-uso-scorretto-e-abuso-di-antibiotici


 La resistenza batterica è oggi una minaccia reale per la salute pubblica. L’uso inappropriato di antibiotici è...



Come evidenziato dall’Oms nel 1° Rapporto globale sulla resistenza antimicrobica del 2014, la resistenza batterica è oggi una minaccia reale per la salute pubblica. L’uso inappropriato di antibiotici è particolarmente allarmante in Italia, dove la resistenza alla loro azione è al di sopra della media europea. «Secondo i dati del Rapporto annuale Osmed dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) - sottolinea Giuseppe Spriano, presidente della Società italiana di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale (Sio e ChCF) - il nostro paese è il maggior consumatore di antibiotici in Europa con un trend ancora in crescita e un aumento del loro consumo di oltre il 5% nell’ultimo anno. Tra le principali indicazioni terapeutiche associate all’uso di antibiotici ci sono le malattie dell’apparato respiratorio, che rappresentano il 40% delle prescrizioni, e le malattie del sistema genito-urinario con oltre il 18%. In particolare, la cistite rappresenta l’infezione con il maggior numero di prescrizioni di antibiotici (circa il 10% del totale), seguita dalla faringite con oltre l’8% di prescrizioni. In otorinolaringoiatria e urologia si registra il massimo uso/abuso secondo il rapporto Osmed 2013 dell’Aifa, con un uso inappropriato del 49,3% nelle laringotracheiti e del 36,3% nelle cistiti. È quindi proprio in questi ambiti che vanno maggiormente combattute le resistenze batteriche e, sulla base delle raccomandazioni dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema), è diventato necessario promuovere lo sviluppo di presidi terapeutici alternativi ed efficaci».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!