SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
22/05/2015, 17:27

diabete, LEA, insulina, glucosio, livelli essenziali di assistenza,



No-dei-diabetologi-alla-revisione-dei-LEA,-a-rischio-è-la-salute-dei-cittadini-con-diabete


 No unanime dei diabetologi italiani alla proposta di revisione dei Livelli essenziali di assistenza (LEA).



No unanime dei diabetologi italiani alla proposta di revisione dei Livelli essenziali di assistenza (LEA), ovvero le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale (Ssn) è tenuto a fornire a tutti i cittadini gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket), in discussione in queste settimane. Secondo gli esperti, riuniti a Genova per il 20° Congresso nazionale dell’Associazione medici diabetologi (AMD), non riconoscere tra le prestazioni erogabili la "visita diabetologica", inglobandola in una più generica "visita endocrinologica", costituisce una scelta miope e in assoluto contrasto con tutto ciò che in questi anni il Ministero della salute e la comunità di medici, pazienti con diabete, associazioni di volontariato e degli operatori sanitari hanno fatto per combattere questa vera e propria epidemia del 21° secolo. 
«In Italia il diabete - sottolinea Antonio Ceriello, presidente AMD - riguarda circa 5 milioni di persone, un adulto su otto e una famiglia su tre, e le prospettive di crescita della malattia sono allarmanti. Oggi, la cura del diabete assorbe quasi 12 miliardi di euro di risorse, oltre il 10% della spesa sanitaria nazionale. Il diabete è l’unica malattia non trasmissibile che l’Organizzazione delle nazioni unite (Onu) ha dichiarato problema sanitario e sociale per il pianeta, alla pari di tubercolosi, Aids e malaria. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), l’Unione europea (Ue) e la stesse Onu hanno eletto il diabete a paradigma di tutte le malattie non trasmissibili come tumori, malattie respiratorie e cardiovascolari. 
«Tanto che proprio il Ministero della salute ha messo a punto, non più di un paio di anni fa, uno specifico "Piano nazionale per la malattia diabetica", l’unico piano nazionale mai dedicato a una singola malattia. Possibile - si domanda Ciriello - che tutto questo non abbia alcun peso nelle valutazioni di merito destinate a definire le priorità di cura del nostro Ssn?».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!