SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
07/05/2015, 17:21

rosacea, cute, malattia infiammatoria, pelle,



Rosacea,-una-malattia-della-pelle-su-base-infiammatoria-


 Le cause della rosacea non sono ancora completamente chiare,diversi trattamenti possono migliorare la condizione clinica dei pazienti.



Le cause della rosacea non sono ancora completamente chiare, si sa che l’infiammazione è alla base di questa patologia e diversi trattamenti possono migliorare la condizione clinica dei pazienti. Con l’intento di produrre un documento condivisibile in ambito scientifico, un gruppo di esperti dermatologi ha messo a punto le Raccomandazioni sulla gestione della rosacea con particolare attenzione alle opzioni terapeutiche disponibili più efficaci, presentate al 90° Congresso nazionale della Società italiana di dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle malattie sessualmente trasmesse (SIDeMaST) di Milano. 
«La rosacea è una malattia complessa, che si può presentare con una varietà di manifestazioni cliniche differenti e spesso comuni ad altre patologie» dichiara il dermatologo Giuseppe Monfrecola del Dipartimento di medicina clinica e chirurgia dell’Università Federico II di Napoli. « L’arrossamento della cute facciale causa un profondo stress emotivo nel paziente, tanto che una recente indagine sulla percezione globale dell’arrossamento del viso da rosacea ha dimostrato come essa influenzi negativamente la sfera emotiva e sociale dell’individuo. La persona con rosacea prova imbarazzo per il giudizio altrui (58%), sul luogo di lavoro si sente imbarazzato nei rapporti con i propri colleghi (32%), ha una minore sicurezza nell’affrontare colloqui di lavoro (27%). Nei rapporti sociali prova imbarazzo per il giudizio di famigliari o amici (23%), è a disagio nel fare nuovi incontri (33%) ed è imbarazzata per il giudizio del proprio partner (25%)».
«Negli ultimi anni la ricerca dermatologica è stata in grado di comprendere meglio i meccanismi correlati alle manifestazioni cliniche della rosacea - spiega lo specialista in dermatologia e venereologia Giuseppe Micali dell’Università di Catania - con il risultato di elaborare e introdurre sul mercato nuovi e validi trattamenti che, se utilizzati in tempo e in maniera appropriata, sono in grado di tenere sotto controllo segni e sintomi della malattia. Oltre ai farmaci già disponibili, tra cui la brimonidina tartrato, una nuova prospettiva terapeutica potrebbe arrivare dall’ivermectina, una nuova molecola che già in fase di studio ha mostrato ottimi risultati. Per questo motivo è indispensabile che il paziente, a fronte di sintomi riconducibili alla rosacea, si rechi tempestivamente dal suo dermatologo di fiducia in grado di adottare i provvedimenti medici più adeguati».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!