SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
28/09/2018, 12:14

latticini, malattie cardiovascolari, ictus, alimentazione



Latticini,-a-consumarne-di-più-se-ne-avvantaggerebbe-il-sistema-cardiovascolare


 I latticini, fonte di grassi saturi, conosciuti per influenzare negativamente il profilo lipidico nel sangue, in realtà..



I latticini, fonte di grassi saturi, conosciuti per influenzare negativamente il profilo lipidico nel sangue, in realtà avrebbero un ruolo positivo di rilievo nelle malattie cardiovascolari e nella mortalità ad esse associata. A rivelarlo sono ulteriori risultati emersi dallo studio di coorte Prospective Urban Rural Epidemiology (PURE), una multicentrica condotta in 21 paesi dei 5 continenti. In netto contrasto con le attuali linee guida dietetiche, i ricercatori hanno messo in luce associazioni inverse tra consumo totale di latte e mortalità o eventi cardiovascolari maggiori. Dall’analisi dei dati osservati, da poco pubblicati sul Lancet, il rischio di ictus appare nettamente inferiore con un maggiore consumo di prodotti lattiero-caseari, senza rilevare alcuna associazione negativa tra consumo più elevato di latticini e infarto cardiaco.
Inoltre, se l’assunzione di burro - peraltro bassa - non era significativamente associata a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari o mortalità, il consumo di yogurt è risultato inversamente correlato ai rischi di mortalità ed eventi cardiovascolari, confermando i risultati di due ampi studi di coorte che avevano già dimostrato un rischio inferiore del 10% per mortalità e malattie cardiovascolari con un elevato consumo di yogurt. Complessivamente i risultati sostengono che il consumo di prodotti lattiero-caseari potrebbe essere vantaggioso, soprattutto in paesi a basso e a medio reddito dove il consumo di latticini è molto inferiore a quello del Nord America e dell’Europa. 
Ma a che cosa sarebbero dovuti i vantaggi sulla salute cardiovascolare di un maggior consumo di latticini? Alla presenza, secondo gli esperti, di una serie di microelementi e meccanismi biologici correlati: enzimi di conversione dell’angiotensina, osteocalcina e le interazioni con il microbioma intestinale. 



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!