SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
30/04/2015, 14:20

rosacea, malattie infiammatorie, pelle, cute,



Rosacea,-oltre-tre-milioni-gli-italiani-colpiti-ma-solo-uno-su-dieci-ottiene-la-diagnosi


 Rosacea: una malattia infiammatoria della pelle che colpisce soprattutto le aree centrali del viso come le guance, il naso e le palpebre. Si presenta con...



Molti la confondono con la couperose, ma il nome corretto per definirla è rosacea: una malattia infiammatoria della pelle che colpisce soprattutto le aree centrali del viso come le guance, il naso e le palpebre. Si presenta con rossore, eritema persistente, pustole, capillari superficiali, pelle del viso secca ed è caratterizzata da andamento cronico degenerativo e significative implicazioni psicologiche per cui è bene non sottovalutarla. In Italia sono 3.200.000 le persone colpite da rosacea, circa il 7-8% della popolazione adulta, ma solo una persona su 10 si rivolge al medico ottenendone la diagnosi. L’arrossamento del viso associato alla rosacea può condizionare il paziente colpito a livello emotivo (88% dei casi), sociale (77%), lavorativo (78%) e nel comportamento relazionale (72%), come ha dimostrato una recente indagine su un campione rappresentativo della popolazione italiana condotta dall’istituto di ricerca Face Value in occasione della campagna di sensibilizzazione sulla malattia "Act OnnRed". «La maggior parte della gente è convinta che il rossore sia una caratteristica naturale della propria pelle» afferma Giampiero Girolomoni, dermatologo dell’Università di Verona e presidente della Società italiana di dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle malattie sessualmente trasmesse (SIDeMaST). «Al contrario, la rosacea è una malattia e in quanto tale va diagnosticata e curata. Purtroppo la rosacea acquisisce la dignità di malattia solo nella sua manifestazione più conclamata quando papule, pustole e ispessimento della pelle hanno già aggravato le condizioni del paziente, mentre il semplice rossore viene ignorato. Invece di risolvere il problema alla radice, le persone affette da rosacea cercano di camuffare l’infiammazione cutanea con l’impiego di cosmetici che, contenendo alcol o profumi, peggiorano la condizione della pelle aumentandone l’infiammazione e l’irritazione. Oggi esistono tanti rimedi che possono migliorare questa condizione, ma se non viene curata la rosacea si aggrava e dalle forme più lievi si rischia di passare a quelle più gravi».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!