SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

GINECOLOGIA

{

MALATTIE GINECOLOGICHE

CICLO​ MESTRUALE

Candida
 
 
La candidosi è un’infezione piuttosto comune causata dalla Candida albicans, un fungo saprofita normalmente presente nel corpo umano (bocca, vagina) che in determinate condizioni può causare malattia. 
In alcune circostanze la candida può crescere velocemente e diffusamente, provocando sintomi fastidiosi e irritazioni delle mucose.
La proliferazione eccessiva della candida può verificarsi, per esempio, dopo trattamenti antibiotici responsabili della distruzione dei batteri benefici che normalmente impediscono alla candida di proliferare. La candida può crescere eccessivamente nelle donne con la glicemia elevata: quindi le donne affette da diabete non controllato sono maggiormente a rischio di infezioni da candida. La candida può anche proliferare negli ambienti umidi e bui. In questo caso gli abiti (soprattutto la biancheria intima) troppo stretti o realizzati in materiale sintetico come il nylon, in grado di intrappolare calore ed umidità, potrebbero favorire la comparsa dell’infezione.
Anche le donne gravide sono maggiormente soggette ad infezioni da candida, senza tuttavia alcun pericolo per la gravidanza. Inoltre, la candida si trasmette attraverso i rapporti sessuali e/o utilizzando nelle parti intime asciugamani e biancheria usata da soggetti infetti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
I sintomi più comuni della Candida sono rappresentati da:
 
  • Arrossamento
  • Bruciore 
  • Prurito in corrispondenza delle mucose genitali
  • Perdite biancastre (definite tradizionalmente a “ricotta”)
  • Dolore durante i rapporti sessuali
  • Dolore durante la minzione
  • Macchie bianche sull’area cutanea intorno all’orifizio vaginale.
 
La diagnosi di candidosi viene effettua dal Ginecologo mediante esecuzione di uno striscio vaginale.  La terapia della candidosi è antimicotica (antifungina), disponibile sotto forma sia di compresse sia di creme, ovuli e lavande da applicare localmente. Essendo un'infezione sessual-mente trasmissibile, il trattamento va eseguito in entrambi i partner, altrimenti l’infezione rischia di ritrasmettersi fra i due membri della coppia (cosiddetto effetto “ping-pong”).
Inoltre, si deve tener presente che la terapia non elimina il fungo, ma ne blocca la replicazione e la diffusione, dando tempo al sistema immunitario del soggetto colpito di eliminarlo. In caso di deficit del sistema immunitario, la candida può comparire nuovamente dopo l'interruzione della terapia.
 
 
 
Pubblicato il 12/01/2015
A cura di Roberta Testa
Biologa

MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

sintomi-candida-candidosi-vaginale-salute-intimacopiacandidosi-batteri-infezione-vaginale-prurito-salute-che-fare
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!