Gli sponsor di Salute Che Fare
{
LdF2018copia
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

 

SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015 - Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

 
Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena
Tel. 059-8637125
E-mail info@salutechefare.it 
P.Iva 03535570364
 
{
legumi-alimentazione-corretta-educami-nutrizione

Bisogna includere i legumi nella dieta - VERO!

Iniziamo intanto a vedere cos’è un legume. La famiglia delle leguminose comprende alcune piante che producono un baccello allungato con dei semi all'interno. Alcuni legumi commestibili includono lenticchie, ceci, fagioli, soia e arachidi (si esatto, nessun errore: le arachidi sono in genere associate alla cosiddetta “frutta secca” ma in realtà fanno parte della famiglia dei legumi). I legumi sono ricchi di proteine, fibre e carboidrati: hanno quindi un ottimo profilo nutrizionale. 100g di lenticchie (peso a crudo) forniscono circa: 20 grammi di proteine, 13 grammi di fibra e 50 grammi di carboidrati. Forniscono inoltre ferro, folato, magnesio, potassio, vitamine B1, B3, B5 e B6, fosforo, zinco, rame e manganese. Sono invece poverissime in grassi. Vediamo in dettaglio i macronutrienti.

PROTEINE La quantità di proteine, a parità di peso, è paragonabile a quella contenuta nella maggior parte degli alimenti d’origine animale. Molti diranno che le proteine contenute nei legumi però hanno un valore biologico inferiore rispetto alle proteine della carne (e di quelle di derivazione animale in genere); questo è vero. I legumi infatti sarebbero leggermente carenti di alcuni amminoacidi, per questo spesso si consiglia l’abbinamento legumi + cereali: in questo modo si otterrà una complementarietà proteica! Il loro abbinamento permette quindi di ottenere tutti gli amminoacidi essenziali (cioè quelli che il nostro corpo non riesce a produrre in modo autonomo e che devono essere quindi introdotti con gli alimenti) utili per il nostro organismo.

 

FIBRE I legumi sono particolarmente ricchi di fibre sane, come le fibre solubili; passano indigerite attraverso lo stomaco e l'intestino fino a raggiungere il colon, dove nutrono la flora batterica intestinale. Possono a volte portare ad alcuni effetti collaterali “spiacevoli” come gas e gonfiore, ma al contempo sono prodotti importanti nutrienti che possono migliorare la salute del colon e ridurre il rischio di cancro del colon stesso. Le fibre inoltre sono anche molto sazianti e possono quindi contribuire a ridurre l’assunzione di alimenti nell’ambito di piani alimentari dimagranti. Altra capacità delle fibre contenute nei legumi è quella di migliorare la sensibilità all'insulina, contribuendo quindi alla prevenzione e al controllo di patologie come il diabete.

 

CARBOIDRATI Spesso accanto al temine carboidrati, o glucidi che dir si voglia, si sente parlare di INDICE GLICEMICO.

Tra gli alimenti con miglior indice glicemico troviamo infatti i legumi, grazie anche alla quantità di fibra idrosolubile contenuta all’interno (vedi paragrafo precedente).

 

ALTRI BENEFICI Secondo alcuni studi, il consumo abituale di legumi è associato a un ridotto rischio di malattie cardiache, a livelli di colesterolo più bassi e a una riduzione della pressione sanguigna Abbiamo ancora dubbi sul mangiare o meno i legumi?

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!