SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

PEDIATRIA E ADOLESCENTOLOGIA

{

ADOLESCENTOLOGIA

ALLERGOLOGIA

Allergia al polline: sintomi e rimedi

Per il 30% della popolazione l’arrivo della primavera non è piacevole e stimolante come lo è stata sicuramente per il Botticelli o Vivaldi, in quanto per loro arriva una stagione di sofferenza che inesorabilmente si ripete tutti gli anni: l’allergia al polline
In questi giorni di primavera, infatti, numerose piante sono pronte alla loro riproduzione e rilasciano al vento il loro polline per questa fisiologica funzione. 
I soggetti allergici Intercettano queste sostanze alla stregua di agenti patogeni reagendo come se si trattasse di virus e batteri. Tanto che i disturbi inizialmente sono simili a quelli di un comune raffreddore, dal quale si differenziano per il loro perdurare, per la partecipazione anche degli occhi con congiuntivite e spesso anche con febbricola, tosse e difficoltà a respirare. 
Per il perdurare della infiammazione nasale all’iniziale scolo, prurito e starnuti segue la sua chiusura con respirazione orale obbligata. L’occlusione nasale comporta russamento e difficoltà respiratoria con scarso ristoro dal sonno, con apnee e quindi stanchezza e sonnolenza durante la giornata. Questa complicanza è molto importate per tutti, ma soprattutto per i giovani studenti che solitamente in questo periodo sono sottoposti ad esami. Coloro che sono particolarmente ipersensibili possono anche presentare crisi di asma. 
L’allergia ai pollini può manifestarsi anche in periodi diversi dalla primavera in base alla latitudine e alla flora locale. Questa malattia allergica per fortuna è facile da diagnosticare: l’allergologo attraverso test cutanei specifici (Prick test) sarà in grado di stabilirne la causa e consigliare la terapia. Numerosi ed efficaci sono i farmaci disponibili. È disponibile anche un vaccino altrettanto efficace, che agisce modificando la reattività del paziente, che consiste nel somministrare a dosi crescenti il polline al quale il paziente è allergico (non si tratta di molecole di sintesi chimica). Importante è pure la prevenzione, anche se in apparenza è difficile evitare i pollini. Il lavaggio delicato del naso con fisiologica tiepida è importane perché elimina il polline intrappolato nel filtro nasale. Essendo il polline veicolato dal vento nelle ore di massima irradiazione solare, è quindi prudente evitare ambienti esterni in queste condizioni. Usare occhiali protettivi, casco chiuso e finestrini chiusi in auto. Importante è limitare i pollini in ambiente domestico non facendo aria corrente in casa e arieggiando nelle ore notturne. Con un adeguato trattamento anche gli allergici potranno godersi questa speciale stagione. 


 
A cura del Dr. Giuseppe Timoncini - Allergologo e Pediatra

Pubblicato il 06/05/2015

 
 

INFETTIVOLOGIA

MALATTIE INVERNALI

MALATTIE GASTROINTESTINALI

DERMATOLOGIA PEDIATRICA 

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!