SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 

Contro l'insonnia e non solo: Melissa Officinalis L.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
A cura di Giulia Papotti
Dottore in Farmacia
 
Pubblicato il 16/11/2015
 
medicina-naturale-salute-che-fare-
salute-che-fare-melissa-rimedio-naturale-
La Melissa officinalis L. o più semplicemente “melissa” è una pianta erbacea spontanea, perenne, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, originaria del Mediterraneo orientale e dell’Asia occidentale. In Italia si può trovare lungo le siepi e nelle zone ombrose, ma viene anche coltivata nei giardini. Il suo nome di derivazione greca significa “pianta delle api”, essendo molto ricercata da questi insetti. 
Diverse civiltà antiche, come gli Arabi e i Romani, la coltivavano per le numerose proprietà curative, oltre che come pianta aromatica. È alta circa 30-40 cm, ma può raggiungere anche il metro di altezza. Presenta foglie di forma ovale-allungata, di colore verde intenso in superficie e verde chiaro nella parte inferiore, cosparse di cellule oleifere che emanano un profumo simile a quello del limone. I fiori di colore bianco-giallastro assumono, successivamente, leggere sfumature rosa pallido e presentano una forma di calice campanulato. 
Le sue foglie contengono numerosi principi attivi tra i quali: olio essenziale (0,05-0,1%, prodotto dai tricomi ghiandolari) ricco di citronellale, citrale, acetato di eugenolo e geraniolo, altri mono e sesquiterpeni; acidi triterpenici (acido ursolico, acido oleanolico, acido pomolico); sostanze polifenoliche come acido rosmarinico, clorogenico, caffeico, ferulico; flavonoidi come luteolina, quercetina, apigenina, chemferolo; tannini e polisaccaridi.  
La melissa è nota come pianta medicamentosa in quanto possiede numerose proprietà benefiche, come l’azione antispasmodica, antinfiammatoria e carminativa (contro l’aerofagia). Per questo è indicata in caso di dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza, crampi addominali e colite
Viene spesso consigliata anche nel trattamento del mal di testa, quando è causato da tensione nervosa (cefalea muscolo-tensiva), in quanto agisce come calmante sul sistema nervoso e rilassante su quello muscolare. 
Il suo impiego è quindi particolarmente indicato in caso d’insonnia causata da stanchezza eccessiva, nervosismo, sindrome premestruale. Per l’uso topico sotto forma di unguento, esercita proprietà antifungine, antimicrobiche e antivirali, essendo efficace nel trattamento dell’herpes simplex di tipo I.



nutrascience principi della salutelogo nutrascience
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!