{
area-riservata-farmacie-salute-che-fare
Mediasalus-www.salutechefare.it
 

SALUTE CHE FARE  

Testata Giornalistica on-line
Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
salute-che-fare-trova-lo-specialista-più-vicinosalute-che-fare-consigli-per-tutta-la-famiglia.jpegsalute-che-fare-it-servizi-medici-farmaciesalute-che-fare-servizi-farmaciasalute-che-fare-trova-lo-specialista-più-vicino

"SALUTE CHE FARE"

 

La Testata Giornalistica al servizio della tua salute

MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
Diabete di Tipo I











Il diabete di tipo 1 è una malattia che si manifesta prevalentemente durante l’infanzia e nell’adolescenza, pur potendosi presentare anche in età adulta. Questo è il motivo per cui fino a poco tempo fa veniva denominato “diabete giovanile”.
Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia autoimmune: il sistema immunitario riconosce come estranee le cellule beta del pancreas, che hanno il compito di produrre insulina, e inizia a produrre anticorpi che le attaccano fino a distruggerle, portando a un deficit assoluto di tale ormone.
Di conseguenza diminuisce, fino ad azzerarsi completamente, la produzione di insulina il cui compito è quello di regolare l’utilizzo del glucosio da parte delle cellule. Il risultato di questo processo fisiopatologico è un eccesso del livello di glucosio nel sangue definito iperglicemia.
La totale assenza o la scarsità di insulina non permette al corpo di utilizzare gli zuccheri introdotti con l’alimentazione. In questa situazione lo zucchero viene perso con le urine (glicosuria) determinando un’eliminazione eccessiva di liquidi (poliuria) dell’organismo a cui si accompagna la comparsa di sete (polidipsia) per ripristinare questa perdita.
In questa situazione l’organismo non riesce ad utilizzare il glucosio per ricavare energia ed è costretto a produrla in altri modi, principalmente bruciando i grassi con produzione di sostanze tossiche (corpi chetonici), che vengono in parte eliminate con le urine (chetonuria) e in parte attraverso il sistema respiratorio (odore di acetone nel fiato). L’accumulo di corpi chetonici possono condurre il paziente diabetico a conseguenze molto pericolose fino al coma.
Il diabete di tipo 1 viene distinto in due forme: Diabete mellito autoimmune e Diabete mellito idiopatico.
Il primo si manifesta maggiormente durante l’infanzia o l’adolescenza (diabete giovanile), ma non sono rari nemmeno i casi tra gli adulti. È causato dalla distruzione delle cellule beta da parte degli anticorpi. 
Il tempo in cui vengono distrutte queste cellule è variabile: in alcune persone avviene molto rapidamente, in altre molto lentamente. La forma a progressione rapida si manifesta principalmente, ma non esclusivamente, nei bambini; la forma a progressione lenta tipicamente negli adulti.
Come primo sintomo della malattia, soprattutto nei bambini e negli adolescenti, può presentarsi una chetoacidosi; in altri può esordire come una modesta iperglicemia a digiuno e poi rapidamente trasformarsi in iperglicemia severa e chetoacidosi in presenza di altre situazioni di stress.
Il Diabete mellito idiopatico è una forma molto rara di diabete di tipo 1 che si manifesta principalmente in individui di etnia africana o asiatica.
Si presenta con una carenza di insulina permanente accompagnata da chetoacidosi, ma in questo caso la carenza di insulina non è associata ad attività autoimmune. Le cause del diabete mellito idiopatico sono sconosciute.
Le cause del diabete di tipo 1 non sono ancora state individuate con certezza. Di sicuro esistono fattori che contribuiscono alla sua comparsa:
- fattori genetici (ereditari)
- fattori immunitari (legati ad una particolare difesa del nostro organismo contro le infezioni)
- fattori ambientali (dipendono dall’azione contro il nostro organismo di batteri, virus, sostanze chimiche, ecc.).

Pubblicato il 12/01/2015
A cura di Roberta Testa
Biologa




Malattie Endocrine
salute%20che%20fare%20malattie%20endocrine%20diabete%20tipo%20alimentazione%20correttasalute-che-fare-malattie-endocrine-diabete-alimentazione-cibo-sano-senza-zuccheri
Calcola il tuo BMI 
CALCOLA-BMI-
diabete-in-pugno
diabetes-got-talent
Create a website